Cantine Aperte 2017 nel segno della solidarietà


Il 27 e 28 maggio circa 800 cantine in tutta Italia festeggiano la 25ma edizione di Cantine Aperte, organizzata dal Movimento Turismo del Vino. L’evento enologico più atteso dell’anno celebra i territori nel segno della solidarietà. Arte, Poesia, fotografia, trekking, ciclismo e musica accompagneranno le degustazioni enogastronomiche nelle due giornate.

2017: la 25ma edizione di Cantine Aperte

Lo scorso anno hanno partecipato a Cantine Aperte quasi un milioni di wine lovers in tutto il Paese.
Questa edizione è dedicata alla solidarietà, in particolare verso i terremotati delle Marche. Una parte dei ricavati coprirà le spese del progetto “Bottiglia Solidale” per l’acquisto di una ambulanza.
Inoltre, le vendite dei calici firmati Cantine Aperte 25 saranno donate all’AIRC, l’associazione italiana per la ricerca contro il cancro, che appoggia la sperimentazione sugli animali.




Il Movimento Turismo del Vino

Il Movimento Turismo del Vino nasce nel 1993 come associazione no profit. Conta circa 1000 cantine, che diventano socie se rispettano specifici requisiti:

  • la promozione della cultura enologica attraverso visite dirette nei luoghi dove viene prodotto il vino;
  • la qualifica dell’enoturismo e dei servizi correlati nelle cantine;
  • l’impegno ad appoggiare il turismo vitivinicolo in tutta Italia;
  • la crescita dell’economia e del lavoro nei territori del vino, come esempi di impresa che rispetta la tradizione;
  • il sostegno dell’immagine del settore enologico;
  • la salvaguardia dell’agricoltura di qualità.

cantine-aperte

Cantine Aperte per regione in breve

  • Campania: scuola di cucina, wine&cheesebar, laboratorio sulla pasta fatta in casa e barbeque in vigna (27 e 28 maggio)
  • Lazio:  sculture, arte, mercatini di antiquariato, prodotti locali e artigianato e dai prodotti tipici locali (27 e 28 maggio)
  • Lombardia: al presidio Slow Food del Lago d’Iseo abbinamento di vini con le sardine non sardine (28 maggio)
  • Puglia: per la stampa un giro nei territori del Primitivo (dal 26 al 30 maggio) e per tutti biciclettata e vino (28 maggio)
  • Sicilia: trekking, cicloturismo e musica dal vivo allo Street Art Wine Fest  (27 e 28 maggio)
  • Piemonte: visite per conoscere la vinificazione nelle anfore, ai crotin, cantine scavate nel tufo, e degustazioni di succo d’uva e di mele senza conservanti (27 e 28 maggio)
  • Abruzzo: anteprima di Treno del Vino (14 maggio) e visite alle cantine (27 e 28 maggio)
  • Basilicata: degustazioni con prodotti locali (28 maggio)
  • Emilia Romagna: abbinamenti vino e cibo (27 e 28 maggio)
  • Calabria: degustazioni con prodotti tipici (28 maggio)
  • Liguria: visite in cantine con degustazioni (28 maggio)
  • Marche: abbinamenti vino e cibo (27 e 28 maggio)
  • Molise: visite in cantine con degustazioni (28 maggio)
  • Sardegna: degustazioni con prodotti tipici (27 e 28 maggio)
  • Veneto: visite in cantine con degustazioni (27 e 28 maggio)
  • Valle D’Aosta: degustazioni con prodotti locali (28 maggio)
  • Trentino: abbinamenti vino e cibo (27 e 28 maggio)
  • Friuli Venezia Giulia: degustazioni con prodotti locali (27 e 28 maggio)
  • Toscana: degustazioni con prodotti tipici (28 maggio)
  • Umbria: visite in cantine con degustazioni (27 e 28 maggio)

Il programma completo per ogni regione è consultabile sul sito del MTV e gli hashtag per avvicinarsi all’evento sono #CantineAperte2017 #CantineAperte25

Le altre manifestazioni vinicole

Il Movimento Turismo Vino, oltre a Cantine Aperte, che cade sempre l’ultimo fine settimana di maggio, organizza altri eventi enoturistici.
Calici di Stelle nella notte del 10 agosto, San Lorenzo.
Cantine Aperte in Vendemmia, a settembre, per scoprire la fase della raccolta e gustare la festa legata alla vendemmia.
Cantine Aperte a San Martino, a novembre, brinda alla partenza del nuovo anno agricolo. Inoltre, è l’occasione per assaggiare le grandi annate invecchiate e il vino novello.
Cantine Aperte a Natale, infine, è un momento per unire gli acquisti natalizi alle degustazioni enogastronomiche di fine anno.

Giada Giuppo

Lettrice onnivora e mangiatrice vegetale, nasco montanara e rimango appassionata di spazi aperti, incontaminati e fluttuanti, reali o immaginari, pur vivendo vicino ad una metropoli per necessità... per ora, ma pronta al cambiamento! Curiosa e solitaria allo stesso tempo, mi impegno a costruire reti per un mondo altro da quello odierno, in particolare con maggiore rispetto verso la natura e tutti i suoi esseri viventi.

Leave a Comment


Your email address will not be published.

Vai alla barra degli strumenti